LE DONNE DICONO
 
Le donne diconoLe donne dicono  IndiceIndice  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  Vai al sito!Vai al sito!  RegolamentoRegolamento  

Condividere | 
 

 senza titolo, mi correggo : Pirandello

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 23 Gen 2008, 00:40

Non ho saputo trovare il titolo per questa discussione. Inoltre non sono nemmeno sicura di essere nella sezione adatta. Desidero trattare un tema che non è d'amore ma lo è, che parla di bambini ma non è relativo ai bambini, che ha un risvolto sociale ma non si può definire un tema sociale. Eh eh eh, scusate!
Io lo posto qui Embarassed

Ieri mi trovavo al McDonald di Etnapolis, lì ci sono dei banconi lunghi e larghi, suppongo per single o per sfigati che non hanno trovato posto nei tavolini, eh eh. Ci siamo seduti presso il bancone occupandone solo una porzione da entrambi i lati, quindi restava spazio per altri. Si è appropinquata un'altra famiglia. Immediatamente il piccolo di questa famiglia, circa 4o 5 anni, ha preso ad urlare. Emetteva un urlo molto acuto, di quelli che si ficcano nelle orecchie e sguazzano nel cervello mandandotelo in tilt affraid
Io, abituata ai miei figli che in casa sono terremoti ma che quando escono sembrano finti (altrimenti li "sconocchio", come si dice a Parigi :lol: ), mi sono istintivamente irritata, anche perchè questo bambino non la piantava più. Allora mi è venuto in mente un pensiero malevolo, del genere "ma perchè non li tenete a casa questi piccoli mostri?". Poi mi sono udita. Cioè Miriam ha udito quel mostro di Miriam che pensava una cosa del genere e mi sono risposta "Ma sei scemaaaaaaaaaaa????E' solo un bambino! E i bambini sono bambini".
Questa lotta tra me e il mio interiore, mentre "sgragnavo" un doppio hamburgher (si potrebbe dire "di merda", scusate Embarassed ) mi ha suscitato una riflessione consequenziale: i bambini sono puri. Essi si pongono al mondo nella loro naturalezza. Poi, noi adulti, insegnamo loro a modificare il comportamento allo scopo di ottenere consensi. Questo è giusto, ma è anche sbagliato, come tutte le cose. Ma mi viene da pensare a quanto, noi adulti, modifichiamo o camuffiamo di noi stessi per essere ben accetti in società? Quanto rinunciamo alla nostra VERA opinione per evitare scontri o malumori, o per non apparire impopolari? Quanto, in una parola, conserviamo di noi stessi, nel rapporto sociale e quanto siamo disposti a sacrificare della nostra natura? Viceversa, quanti di noi, consapevoli di risultare “scomodi” ai più, accettano il sacrificio pur di rimanere in linea con le proprie convinzioni e fedeli ai propri principi?


Ultima modifica di il Mer 23 Gen 2008, 04:42, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
eva
Fondatrice
Fondatrice
avatar

Vergine Numero di messaggi : 17639
Compleanno : 11.09.64
Età : 53
Località : catania
Data d'iscrizione : 28.12.07

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 23 Gen 2008, 03:25

le maschere di pirandello.

Tutti le indossiamo, pirandello infatti filosofeggiando sull'argomento diceva che sono proprio imprescindibili per essere accettati. E ti diro' che sono parzialmente d'accordo.
E ti spiego pure il motivo:
Dentro ognuno di noi c'e' quel bambino, che gli adulti (gia' "corrotti" dall'uso delle maschere) hanno speso una vita a modificare ad uso e consumo del sociale.
Questo puo' sembrare triste, ma in realta' a mio avviso e' essenziale.
Tutte le societa' esigono deii comportamenti codificati, necessari miriam per potersi connotare all'interno di un gruppo.
Il codice deve essere univoco, altrimenti non funziona!
Quindi quelle maschere, a mio avviso, che possono sembrare corrotte in quanto nascono da finzioni, sono necessarie per il tentativo di convivenza.
Non posso andare al mac donald urlando che devo fare la pipi'... perche' il mio comportamento codificato mi dice che devo trattenerla in quanto il bagno e' occupato.
Metto la mia maschera di indifferenza ad un bisogno fisiologico.
E cosi' via dicendo...
A me piacciono le maschere, comunque.
Anche perche' mi piace ogni tanto toglierle.
Ed ogni volta che si toglie quella maschera e' sempre una grande sorpresa. Non dico sempre bella eh? ma sempre una sorpresa.
Tornare in alto Andare in basso
http://evastella.forumattivo.com
eva
Fondatrice
Fondatrice
avatar

Vergine Numero di messaggi : 17639
Compleanno : 11.09.64
Età : 53
Località : catania
Data d'iscrizione : 28.12.07

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 23 Gen 2008, 03:27

cerca un titolo pero' :lol:
Tornare in alto Andare in basso
http://evastella.forumattivo.com
Momy
grande donna
grande donna
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4428
Compleanno : 30.11.72
Età : 44
Località : Alba (Cn)
Data d'iscrizione : 04.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 23 Gen 2008, 03:32

Alzi la mano chi non ha 1 maschera in borsetta sempre a portata di mano!
Io personalmente ne ho alcune e mica mi dispiace...
Sono 1 pò come la Barbie...Barbie casalinga, Barbie spiaggia, Barbie mamma, Barbie sportiva, Barbie casinista, Barbie coccolona, Barbie informatica...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 23 Gen 2008, 03:49

Secondo me è più che normale adattare il proprio comportamento alle circostanze in cui ci si trova. E' quello che distingue l'uomo dagli altri animali e lo rende un animale sociale. Certo che non si può pretendere che un bambino da solo lo capisca, però i genitori dovrebbero insegnarglielo!
Tornare in alto Andare in basso
eva
Fondatrice
Fondatrice
avatar

Vergine Numero di messaggi : 17639
Compleanno : 11.09.64
Età : 53
Località : catania
Data d'iscrizione : 28.12.07

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 23 Gen 2008, 20:38

Momy ha scritto:
Alzi la mano chi non ha 1 maschera in borsetta sempre a portata di mano!
Io personalmente ne ho alcune e mica mi dispiace...
Sono 1 pò come la Barbie...Barbie casalinga, Barbie spiaggia, Barbie mamma, Barbie sportiva, Barbie casinista, Barbie coccolona, Barbie informatica...

barbie tu sei di una simpatia irresistibile e disarmante. Della serie, "tu con quella bocca puoi dire quello che vuoi" :lol: :lol: sono davvero contenta di averti qui soprattutto perche' sei talmente diversa da me che e' bellissimo attingere dalla tua solarita'. Momy :
Tornare in alto Andare in basso
http://evastella.forumattivo.com
lauretta
Moderatrice
Moderatrice
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4898
Compleanno : 24.11.83
Età : 33
Località : Milano
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 23 Gen 2008, 22:38

momo ha scritto:
Secondo me è più che normale adattare il proprio comportamento alle circostanze in cui ci si trova. E' quello che distingue l'uomo dagli altri animali e lo rende un animale sociale. Certo che non si può pretendere che un bambino da solo lo capisca, però i genitori dovrebbero insegnarglielo!

non posso che quotare Momo
è vero che pirandello considerava il non indossare maschere un aspetto in qualche modo positivo, ma è vero anche che erano definiti PAZZI e finivano in manicomio non accettati dal resto della società
Tornare in alto Andare in basso
.::Lùthien::.
grande donna
grande donna
avatar

Bilancia Numero di messaggi : 4686
Compleanno : 06.10.85
Età : 31
Località : Honolulu
Data d'iscrizione : 01.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Gio 24 Gen 2008, 01:02

Uhm... secondo me l'uomo "preso e messo lì" non è un "animale da branco" bensì un essere solitario.
Personalmente penso che la componente che più rende difficile l'approccio dell'uomo con gli altri uomini sia l'egoismo, insieme ad altre "peculiartità" che sono proprie di ogni individuo... ci sono persone più o meno adattabili, quindi più o meno propense a "lavorare su loro stesse" e comunque che, proprio per loro natura, stanno bene con gli altri, su questo non c'è dubbio...
Ma secondo me non esiste persona che non si sia "adattata", non abbia cercato di rientrare in quei canoni che gli permettono di socializzare con gli altri, di interagire.
I momenti della vita di una persona in cui questa è più "propensa" a far emergere la propria natura, il proprio carattere in tutte le sue sfumature, sono proprio la giovinezza e la vecchiaia.
Infatti i bambini, sopratutto quando sono molto piccoli, danno piccole prove di egoismo, il loro comportamento istintivo non "prevede" l'esistenza di altri intorno a loro, la loro presenza, non fanno caso al fatto che, ad esempio potrebbero disturbare qualcuno, non se lo chiedono neanche. Spesso si dice che sono "puri e ingenui" lo sono, senza ombra di dubbio, non hanno provato le amarezze della vita, e sono puri, ma c'è anche la totale espressione di "se". Non mascherano le caratteristiche che più li contraddistinguono e pensano prima di ogni altra cosa a se stessi, senza preoccuparsi del giudizio degli altri o di arrecare loro disturbo o "danno". (nei limti, ovviamente)
Quando si diventa anziani, infatti si dice che "si ritorna bambini" si è meno portati a tollerare gli altri, si è meno portati proprio a pensare agli altri, si torna a pensare a se stessi prima di tutto, si accentuano i cosiddetti difetti, si accentua di nuovo quest'espressione di se stessi in tutte le proprie sfaccettature, che prima si "mascherava".
Questo almeno è quello che penso io, preciso che non ho condotto nessun tipo di studi a riguardo, quindi non ho la presunzione di "propinarla" come certezza Smile

Quella della barbie di Momy, comunque è piaciuta anche a me!
:lol:

_________________
"At the end of the day, it's what you do, not what you say"
Tornare in alto Andare in basso
Momy
grande donna
grande donna
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4428
Compleanno : 30.11.72
Età : 44
Località : Alba (Cn)
Data d'iscrizione : 04.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Gio 24 Gen 2008, 06:46

0h Grazie Eva, l'essere solare e sincera è 1 delle mie prerogative...e forse anche 2 delle mie sole cose positive...va bhe...
Anche a me, come a te, piace imparare dalle diversità delle altre persone che incontro, ogni persona ti può insegnare qualcosa, ogni giorno, basta averne voglia!
Tornare in alto Andare in basso
eva
Fondatrice
Fondatrice
avatar

Vergine Numero di messaggi : 17639
Compleanno : 11.09.64
Età : 53
Località : catania
Data d'iscrizione : 28.12.07

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Dom 27 Gen 2008, 08:57

lauretta ha scritto:
momo ha scritto:
Secondo me è più che normale adattare il proprio comportamento alle circostanze in cui ci si trova. E' quello che distingue l'uomo dagli altri animali e lo rende un animale sociale. Certo che non si può pretendere che un bambino da solo lo capisca, però i genitori dovrebbero insegnarglielo!

non posso che quotare Momo
è vero che pirandello considerava il non indossare maschere un aspetto in qualche modo positivo, ma è vero anche che erano definiti PAZZI e finivano in manicomio non accettati dal resto della società

:lol: lauretta infatti! Pirandello ne indossava una marea di maschere... perche' pensi lo ritenesse negativo?
Tornare in alto Andare in basso
http://evastella.forumattivo.com
eva
Fondatrice
Fondatrice
avatar

Vergine Numero di messaggi : 17639
Compleanno : 11.09.64
Età : 53
Località : catania
Data d'iscrizione : 28.12.07

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Dom 27 Gen 2008, 08:59

Citazione :
Quando si diventa anziani, infatti si dice che "si ritorna bambini" si è meno portati a tollerare gli altri, si è meno portati proprio a pensare agli altri, si torna a pensare a se stessi prima di tutto, si accentuano i cosiddetti difetti, si accentua di nuovo quest'espressione di se stessi in tutte le proprie sfaccettature, che prima si "mascherava".
Questo almeno è quello che penso io, preciso che non ho condotto nessun tipo di studi a riguardo, quindi non ho la presunzione di "propinarla" come certezza

e' proprio cosi' pure per me lu. Io la penso cosi'. Le maschere ci servono per vivere insieme agli altri...per questo non se ne puo' fare a meno...
Tornare in alto Andare in basso
http://evastella.forumattivo.com
vtania
grande donna
grande donna
avatar

Toro Numero di messaggi : 2963
Compleanno : 14.05.79
Età : 38
Località : Parigi
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mar 29 Gen 2008, 02:05

mariasole ha scritto:
Quanto rinunciamo alla nostra VERA opinione per evitare scontri o malumori, o per non apparire impopolari? Quanto, in una parola, conserviamo di noi stessi, nel rapporto sociale e quanto siamo disposti a sacrificare della nostra natura? Viceversa, quanti di noi, consapevoli di risultare “scomodi” ai più, accettano il sacrificio pur di rimanere in linea con le proprie convinzioni e fedeli ai propri principi?

QUANTO rinunciamo? Tropo! E proprio questo il motivo perche io mi trovo sempre in dissacordo con mondo Europeo,... Devo sacrificare tropo, tropo della mia natura per essere considerata "normale", per essere "accettata",... E questo mi pesa tanto!

Cavoli il mondo sarebbe tanto tanto piu bello e puro se nessuno ussase le masche, se possiamo essere naturali e liberi,....
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mar 29 Gen 2008, 02:19

Cara Vtania, finalmente qualcuno che centrato il senso del discorso
Tornare in alto Andare in basso
Allison
grande donna
grande donna
avatar

Toro Numero di messaggi : 6122
Compleanno : 04.05.69
Età : 48
Località : Sicilia
Data d'iscrizione : 01.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mar 29 Gen 2008, 02:31

Io non ho "maschere"
non mi piacciono..e sbaglio forse!!
sono quasi sempre me stessa...
ora che sono piu' "matura"..riesco di piu' a limitarmi nelle discussioni con gli altri..specialmente se sono persone piu' grandi di me...
nel senso che..io di natura sono impulsiva..e magari passo per antipatica a volte per chi non mi conosce bene..
e ho sempre odiato la diplomazia...mi sembrava come "fingere"...ma non e' cosi'..lo so!
Tornare in alto Andare in basso
lauretta
Moderatrice
Moderatrice
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4898
Compleanno : 24.11.83
Età : 33
Località : Milano
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mar 29 Gen 2008, 20:17

io le maschere le uso e ne sento l'esigenza.
sinceramente non credo nell'anarchia , la società forma degli individui e se vogliamo CONVIVERE tutti insieme e bene abbiamo regole da rispettare....
per prima cosa per RISPETTARE le altre persone.

questo non vuol certo dire che non dico la mia opinione!
se sono in disaccordo non esito certo a farlo notare, ma con diplomazia, anche se dentro di me vorrei spaccargli la faccia....
ma indosso la mia mascherina sorridente e dico "certo, però io penso invece che...."
primo: perchè io non sono portatrice di verità assoluta
secondo: è necessario RISPETTARE le opinioni altrui e il fare altrui

allo stesso modo se sono incazzata e ho voglia di urlare non lo faccio, perchè può dar fastidio alle altre persone...

E' NECESSARIo, secondo me, sacrificare un po' di se stessi per convivere con le altre persone.
se ognuno desse libero sfogo ai suoi stati interiori ci sarebbe il CAOS totale
Tornare in alto Andare in basso
notteincantata
grande donna
grande donna
avatar

Bilancia Numero di messaggi : 8717
Compleanno : 28.09.84
Età : 32
Località : Provincia di Varese
Data d'iscrizione : 31.12.07

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mar 29 Gen 2008, 20:23

io la penso come Lauretta!!!
io dico il mio parere, però cerco sempre di usare il tatto e la moderazione...
a volte scoppio e dò sfogo ai miei istinti, e lì mi rendo conto di sbagliare, perchè visto che sono una persona e non una bestia (almeno, si spera :lol: ) penso che l'autocontrollo sia fondamentale nell'esprimere i giudizi e le opinioni che ho!
Tornare in alto Andare in basso
vtania
grande donna
grande donna
avatar

Toro Numero di messaggi : 2963
Compleanno : 14.05.79
Età : 38
Località : Parigi
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mar 29 Gen 2008, 21:55

Secondo me il discorso e piu complicato di questo!
Secondo me non e mancanza di rispetto parlare a voce alta (cioe dire il proprio disacordo alzando la voce). Questo diviene mancanza di rispetto perche ci sono le REGOLE che dicono "e mancanza di rispetto parlare a voce alta"!
Per esempio in nostra cultura e' mancanza di rispetto portare mini gonne in Chiesa e invece nei certi villaggi Africani per rispettare Dio le donne ballano quasi nude.
Il rispetto non e una cosa assoluta, e legato alle regole della societa piu che alla persona!

Io per esempio preferisco che qualcuno mi urla e resta SE STESSO spiegandomi la sua posizione, che se lo fa indossando tre maschere e alla fine non so se quello che dice lo pensa LUI o una delle sue maschere! Io mi sento "rispettata" se questa persona mi parla liberalmente, invece mi sento insultata se so che la persona lo dice nascondendosi dietro le maschere e le "regole della societa"!

Invece se viviamo in mondo libero, dove tutti possono esprimersi come cavolo gli pare, dove nessuno sara la a giudicare "ahaaaa non rispetti le regole, mi manchi rispetto", dove nessuno si offende se TONO usato non e quello conforme alle regole, allora tutto sarebbe diverso!
Tornare in alto Andare in basso
lauretta
Moderatrice
Moderatrice
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4898
Compleanno : 24.11.83
Età : 33
Località : Milano
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mar 29 Gen 2008, 23:04

bè però mariasole nel suo post ad esempio parte dicendo "mi dava fastidio il bambino che urlava"

immaginate il mondo pieno di persone che urlano la loro opinione... un disastro!
se una persona mi sta urlando in faccia quello che pensa posso approvare o non approvare, non è questo il punto... il punto è se quella persona sta urlando in faccia ad un'ALTRA persona e io sono li vicino per caso che sto ascoltando la mia musica e non ho nessuna voglia di sentire le urla altrui!


è solo un esempio...

ma tutto il mondo e tutte le società di questa terra hanno regole, diverse tra loro, ma regole da rispettare...
e l'uomo si deve adattare di conseguenza per poterci vivere....
e sinceramente non la trovo una cosa sbagliata. non trovo sbagliato nè che ci adeguiamo alle regole per stare al mondo sennò soccombiamo , ma non trovo nemmeno sbagliato che queste regole ESISTANO, perchè a mio avviso l'uomo senza regole e senza freni è finito.

noi ne abbiamo bisogno, non possiamo vivere senza

tu parli della chiesa, tanja.
ma chi ha creato la chiesa?
l'uomo ha BISOGNO DI CREDERE in qualcosa che dia anche delle regole, dei RITI che, guardacaso, vestiti da suora o nudi, hanno TUTTE LE POPOLAZIONI DEL MONDO
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mar 29 Gen 2008, 23:11

Rispetto è secondo me anche adattarsi alla nozione di rispetto che c'è in una determinata società. Così come è irrispettoso entrare in chiesa con una minigonna lo è altrettanto (cme facevano un tempo i missionari) andare a dire alle donne africane che è irrispettoso ballare seminude per invocare la divinità...
Tornare in alto Andare in basso
eva
Fondatrice
Fondatrice
avatar

Vergine Numero di messaggi : 17639
Compleanno : 11.09.64
Età : 53
Località : catania
Data d'iscrizione : 28.12.07

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 30 Gen 2008, 01:15

sono totalmente d'accordo con lauretta e giulia, quindi inutile ripetere le cose che gia' hanno detto loro, le quoto in toto. Io sono per il rispetto e la civile convivenza. E le cosiddette maschere non sono altro che canoni. E senza punti di riferimento c'e' l'anarchia. E con l'anarchia non si arriva da nessuna parte. Lo sfacelo di certe nazioni ce lo insegna.
Tornare in alto Andare in basso
http://evastella.forumattivo.com
vtania
grande donna
grande donna
avatar

Toro Numero di messaggi : 2963
Compleanno : 14.05.79
Età : 38
Località : Parigi
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 30 Gen 2008, 01:35


Lauretta, no non parlo della chiesa, era solo un esempio banale, questo discirso non c'entra afatto con la Chiesa in nessun modo!

Pero ecco e questo il punto:

lauretta ha scritto:
perchè a mio avviso l'uomo senza regole e senza freni è finito.

noi ne abbiamo bisogno, non possiamo vivere senza

Qui non sono daccordo!!!!
Secondo me uomo pottrebbe vivere bene senza le regole, solo che senza le regole lui e incontrolabile, e questo fa paura a tanti!
Se ci pensi con tempo ci sono piu e piu regole e meno e meno liberta! E io non penso che questo e l'unico modo per umanita di sopravivere! Specialmente se compari con i paesi dove ci sono meno regole, ma piu liberta, e piu tranquilita interna,....

La societa europea e a volte perversa! Tutti sono cosi preocupati di comportarsi bene, di fare attenzione come parlano, di non alzare la voce, di rispettare le regole, pensano di non "urtare" l'altro, ma allo stesso tempo sono freddi da far paura, umanita non c'e, solidarieta ancora di meno,....
Tornare in alto Andare in basso
vtania
grande donna
grande donna
avatar

Toro Numero di messaggi : 2963
Compleanno : 14.05.79
Età : 38
Località : Parigi
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 30 Gen 2008, 01:36


Lauretta, no non parlo della chiesa, era solo un esempio banale, questo discirso non c'entra afatto con la Chiesa in nessun modo!

Pero ecco e questo il punto:

lauretta ha scritto:
perchè a mio avviso l'uomo senza regole e senza freni è finito.

noi ne abbiamo bisogno, non possiamo vivere senza

Qui non sono daccordo!!!!
Secondo me uomo pottrebbe vivere bene senza le regole, solo che senza le regole lui e incontrolabile, e questo fa paura a tanti!
Se ci pensi con tempo ci sono piu e piu regole e meno e meno liberta! E io non penso che questo e l'unico modo per umanita di sopravivere! Specialmente se compari con i paesi dove ci sono meno regole, ma piu liberta, e piu tranquilita interna,....

La societa europea e a volte perversa! Tutti sono cosi preocupati di comportarsi bene, di fare attenzione come parlano, di non alzare la voce, di rispettare le regole, pensano di non "urtare" l'altro, ma allo stesso tempo sono freddi da far paura, umanita non c'e, solidarieta ancora di meno,....
Tornare in alto Andare in basso
lauretta
Moderatrice
Moderatrice
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4898
Compleanno : 24.11.83
Età : 33
Località : Milano
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 30 Gen 2008, 02:02

vtania ha scritto:


Secondo me uomo pottrebbe vivere bene senza le regole, solo che senza le regole lui e incontrolabile, e questo fa paura a tanti!
...


è vero.
a me fa paura. a te invece no?

ad ogni modo non penso sia un problema della società europea... le regole ci sono ovunque, solo che sono diverse...
in alcuni paesi musulmani per esempio ci sono le regole che le donne non possono studiare o lavorare...
o che non possono bere vino e mangiare carne di maiale.

e ci sono regole anche nelle tribù più primitive, anche se molto diverse dalle nostre...
cose che magari qui sono inaccettabili li invece lo sono e viceversa...


credo che il mondo INTERO sia pieno di regole, dall'europa, all'occidente.

pensa alla cina, all'india, alle culture orientali

loro vivono in una cultura COLLETTIVISTA, non individualista come la nostra
addiruttura li le regole per la società sono ancora più marcate delle nostre, nella loro cultura IL BENE DELLA SOCIETA' viene PRIMA del bene proprio e la cosa è assolutamente normale!

e sai i sacrifici? loro vivono per la società, fanno le scelte non in base a quello che è bene per loro, ma per la società
addirittura per molti è normale sposare qualcuno solo per far riavvicinare due famiglie , anche se gli sposi non si amano
eppure per loro è giusto cosi, la realizzazione personale per loro va di pari passo con quanto hanno fatto di buono per la società, per la famiglia, lo stato... insomma, per la COLLETTIVITà (da qui il termine collettivismo)

notteincantata, mi confermi o dico castronerie? :lol:


il mondo è tutto un insieme di regole
in ogni parte, in ogni luogo, regole diverse tra loro, ma REGOLE
e chi nasce in un luogo deve per forza adattarsi a tali regole per entrare a far parte del complicato meccanismo che governa la società in cui vive

chi non ci riesce, gli eremiti, vanno a vivere da soli

ma la cosa su cui insisto (e poi divento noiosa) è che queste regole nessuno ce le ha imposte dall'alto
siamo stati noi, secoli dopo secoli, a crearle.
perchè? perchè evidentemente fa parte dell'evoluzione, evidenemente è una cosa di cui abbiamo bisogno!
tutto ciò che si è evoluto nel corso degli anni ha uno specifico significato
e secondo me anche questo ce l'ha

probabilmente è cosi perchè in fondo, avere paura dell'uomo libero senza alcuna regola, non è poi cosi sbagliato...

l'anarchia è lo sfacelo delle comunità e L'ANTITESI PIU' MARCATA del comunismo (so che tu hai fede in questa forma politica)
Tornare in alto Andare in basso
vtania
grande donna
grande donna
avatar

Toro Numero di messaggi : 2963
Compleanno : 14.05.79
Età : 38
Località : Parigi
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 30 Gen 2008, 03:43

E molto interessante questo argomento Lauretta!

Si e vero che ogni societa ha le sue regole, pero volevo far notare la differenza tra le regole europee e per esempio Africane, Indiane,...

Per prima io penso che noi abbiamo molto molto piu regole qui, quelle regole che vanno fino ai estremi, regole che ci dicono TUTTO, quando alzare la voce quando no, quando fare le vaccanze, quanto lavorare, quando alzarsi di mattina,.... Si si siamo liberi di sposare persona che amiamo ma non siamo liberi di urlare 'ti amo' davanti ai altri perche disturbiamo gli altri,... (e una caricatura,...)!

Per quanto riguardano i sacrifici, non penso che nei paesi orientali si fanno i sacrifici per societa e qui si fanno per se stessi. Secondo me e solo una illusione.
E dopo se si deve sacrificare mi sembra piu umano sacrificarsi per societa che per se stesso, per proprio egoismo!

Io invece penso che non abbiamo bisogno delle regole, regole servono per controllarci, e io ho grande fiducia in essere umano, penso che uomo non deve essere controllato per essere capace di sopravivere in una societa!
Tornare in alto Andare in basso
lauretta
Moderatrice
Moderatrice
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4898
Compleanno : 24.11.83
Età : 33
Località : Milano
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   Mer 30 Gen 2008, 07:05

vtania ha scritto:
E molto interessante questo argomento Lauretta!

Si e vero che ogni societa ha le sue regole, pero volevo far notare la differenza tra le regole europee e per esempio Africane, Indiane,...

Per prima io penso che noi abbiamo molto molto piu regole qui, quelle regole che vanno fino ai estremi, regole che ci dicono TUTTO, quando alzare la voce quando no, quando fare le vaccanze, quanto lavorare, quando alzarsi di mattina,.... Si si siamo liberi di sposare persona che amiamo ma non siamo liberi di urlare 'ti amo' davanti ai altri perche disturbiamo gli altri,... (e una caricatura,...)!

Per quanto riguardano i sacrifici, non penso che nei paesi orientali si fanno i sacrifici per societa e qui si fanno per se stessi. Secondo me e solo una illusione.
E dopo se si deve sacrificare mi sembra piu umano sacrificarsi per societa che per se stesso, per proprio egoismo!

Io invece penso che non abbiamo bisogno delle regole, regole servono per controllarci, e io ho grande fiducia in essere umano, penso che uomo non deve essere controllato per essere capace di sopravivere in una societa!


ma più che "maggiori" direi DIVERSE....
magari in africa nessuno dice loro quando andare a lavorare però devono pregare ad una certa ora del giorno in un certo posto stabilito dalle regole...

mi ricordo di un documentario di una tribu africana dove la regola è che chi ha il collo più lungo è migliore nella società, allora alle donne (e qui, chissà perchè, in qualunque società, son sempre le donne a rimetterci ) da da neonate ,vengono messi dei collari di ferro che tirano il collo, e ogni anno ne aggiungono uno.
chi ha il collo più lungo ha più probabilità di essere scelta come sposa e di avere quindi una vita SOCIALE ACCETTATA

è più assurdo e esagerato questo o il doversi alzare alle sei per timbrare il cartellino? chi lo sa.
per loro sarò pazza io. per me sono pazzi loro.


io non dico che le NOSTRE regole siano le meno marcate. sono molto forti! ma esattamente come le altre.

e poi volevo dire un'ultima cosa...
l'uomo è sostanzialmente egoista.
prova a immaginare un mondo senza regole. quanta gente sarebbe vittima di soprusi, quanta gente sarebbe schiava?

Nella natura la legge del più forte vince. il debole soccombe
noi abbiamo il cervello e quindi delle LEGGI, delle regole ben stabilite che grazie al cielo, NONOSTANTE SIANO PIENE DI BUCHI, tentano almeno di stabilire un certo EQUILIBRIO , danno una possibilità a tutti.

in fondo non dovremmo essere tutti uguali, avere tutti le stesse opportunità? e questa garanzia chi ce la può dare, se non le regole?

pensa al comunismo. ci voleva la DITTATURA per tenere a bada il popolo e far si che nessuno si erigesse rispetto agli altri. nel comunismo viene calcolato tutto, perfino quante ore alla settimana puoi lavorare. direi la mancanza di LIBERTA' assoluta, se di libertà parliamo
eppure tu stessa hai affermato che è stato uno dei periodi migliori, quelli sotto Tito. e se lo dici tu nessuno può negarlo, sei l'unica che veramente può dire IO LO SO PER DAVVERO.

pensa al discorso delle case che facevamo
nessuno dovrebbe avere più case, pensando a chi muore di fame giusto?
Non è in fondo una regola che tu chiederesti volentieri al governo, se si potesse fare? vietato avere più di una casa.

se lasci l'uomo ai suoi istinti e non lo freni , l'uomo lotta per comandare, per essere superiore.
siamo troppo troppo egoisti per riuscire a vivere allegramente tutti insieme appassionatamente rispettandoci l'un l'altro.


io almeno la vedo cosi
poi ti provoco solo perchè mi interessa molto la tua opinione e mi piace molto questo dialogo botta e risposta, rifletto molto su quello che dici
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: senza titolo, mi correggo : Pirandello   

Tornare in alto Andare in basso
 
senza titolo, mi correggo : Pirandello
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» un mondo senza religioni
» Tanti aggiornamenti ma sono senza internet :(
» vorrei preparare io i biscotti senza uovo e glutine per la bambina..
» non so trovare un titolo a questo capitolo della mia vita
» ciclo senza ovulazione?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LE DONNE DICONO :: DISCUTIAMO DI... :: Fatti di cronaca-
Andare verso: