LE DONNE DICONO
 
Le donne diconoLe donne dicono  IndiceIndice  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  Vai al sito!Vai al sito!  RegolamentoRegolamento  

Condividere | 
 

 Nucleare si o no?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Madame Veronique
Bimba
Bimba
avatar

Toro Numero di messaggi : 49
Compleanno : 29.04.81
Età : 36
Località : Brescia
Data d'iscrizione : 28.05.11

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Ven 10 Giu 2011, 14:09

Io invece sono a favore del nucleare.Ancor oggi non siamo in grado d'avere un tipo di energia rinnovabile a tempo indeterminato e già i semplici pannelli solari(che costano una fortuna)hanno una durata molto esigua.
Inoltre,le centrali non verranno sistemate al sud ma ben sì al nord,più precisamente nei pressi del fiume po,dove di problemi sismici non ve ne sono.
Considerando che abbiamo già una serie di centrali che ci circondano che se scoppiano noi siamo i primi a farci le spese(la più vicina a me è in svizzera e 200 km non sono tanti).non'è giusto continuare a pagare i paesi arabi e dell'est per un'energia che possiamo avere benissimo anche noi con una notevole riduzione nelle bollette.
Tornare in alto Andare in basso
http://risorsepaintshopro.blogspot.com
Susie
grande donna
grande donna
avatar

Capricorno Numero di messaggi : 3425
Compleanno : 12.01.73
Età : 44
Località : Udine
Data d'iscrizione : 31.03.08

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Sab 11 Giu 2011, 03:59

Madame....non è che tutte si volevano fare vicino al fiume Po, una si voleva e non so se si vuole farla a Monfalcone...ed è risaputo che la mia Regione è a alto rischio sismico.
Tornare in alto Andare in basso
http://lacascatamagica.forumattivo.com
Madame Veronique
Bimba
Bimba
avatar

Toro Numero di messaggi : 49
Compleanno : 29.04.81
Età : 36
Località : Brescia
Data d'iscrizione : 28.05.11

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Sab 11 Giu 2011, 05:18

e...invece appunto per questo che le metteranno tutte da noi.In totale saranno 2.
Comunque resto dell'idea che è inutile esser sempre contrari a tutto.....specialmente se l'italia continua a spender soldi per l'energia che viene dall'estero.Sarebbe ora che pure noi italiani possiamo essere autonomi in questo.Non siamo mai contenti di nulla se ciò riguarda migliorarci.Prima le discariche poi il nucleare poi ci si lamenta perchè la gente non viene mai aiutata come si dovrebbe.Mah!
Tornare in alto Andare in basso
http://risorsepaintshopro.blogspot.com
lauretta
Moderatrice
Moderatrice
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4898
Compleanno : 24.11.83
Età : 33
Località : Milano
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Dom 12 Giu 2011, 20:09

sono d'accordo con Madame Veronique dal punto di vista razionale, ma poi mi chiedo se abbia senso correr dietro ad una corrente che comunque non condivido solo perchè tutti gli altri lo fanno... anche se ne rimaniamo svantaggiati.
so che il mondo non si cambia.... No
ma mi è stato chiesto specificatamente : sei favorevole al nucleare? e per quanto i discorsi che fa Madame siano correttissimi e giustissimi la mia risposta resta sempre "no, non sono favorevole al nucleare"

punto 2: se avessero detto "in attesa di una fonte di energia alternativa usufruiamo del nucleare" avrei anche potuto essere d'accordo. del resto io ci credo che le fonti di energia alternativa esistono e le lobby del petrolio non permettono di utilizzarle.
MA noi inizieremmo ORA con il nucleare e ci vorrebbero almeno 50 anni per essere competitivi con gli altri paesi. sinceramente tra 50 anni spero non ci sarà comunque più bisogno del nucleare. se sì, sarà un grave problema per tutta l'umanità (sempre che non sia corretta la tesi che vede la fine del mondo nel 2012 )

per cui alla fine ho votato SI'. per il nucleare e per il legitimo impedimento. (per l'acqua non apro l'argomento perchè ho altre idee in merito )
sembra che stiamo per raggiungere il quorum

_________________
Luna, Keysersoze - ciao amori miei, non vi dimenticheremo mai
Tornare in alto Andare in basso
ventodibrughiera
grande donna
grande donna
avatar

Bilancia Numero di messaggi : 4136
Compleanno : 30.09.56
Età : 60
Località : Piacenza
Data d'iscrizione : 03.01.08

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Lun 13 Giu 2011, 07:51

Veramente una centrale nucleare per funzionare non ha bisogno di 50 anni e all'italia non serviva per essere competitivi ma per rendersi autonomi ...inoltre gli stati che ci vendono energia lo fanno quando a loro ne serve meno al momento in cui loro dovessero usufruirne a pieno noi ci ritroveremmo con energia contingentata ..
iNOLTRE
PALE EOLICHE ???
Ma per favore a parte impatto ambientale osceno e il rumore pazzesco che fanno noi non siamo un paese ventoso..... si la sardegna l'isola di linosa poi in Italia il vento non è sufficiente e voglio vedere se andate a dire sisi mettiamo tante belle pale eoliche sul cervino......
Biogas
Bio masse e vediamo quanti comitati anti verranno fuori

Pannelli solari che meraviglia ma lo sapete che se il vicino vi piazza a terra i pannelli o non più in alto di voi la vostra casa avrà lìaria intorno in una media di 10 gradi in più???

Bello eh in estate avrete bisogno del condizionatore tutto il gg e le'energia dove la prendete ??


Gli italiani sono troppo emotivi cernobil e allora via a chiudere centrali io c'è l'ho a 30 km le bbarre di uranio sono li cambia qualcosa ?? Certamente se fosse in funzione non pagherei delle bollette della luce spropositate
Meditate gente meditate su questa scelta inopportunna e sinceramente credo di più a Rubia e zichichi che almeno sono esperti in materia che non a tutti i siti di verdi sfegatati spesso basati su concetti non scientifici.....

Però mi piacerebbe un bel referendum del tipo non vuoi il nucleare ti opponi a questo e quello allora paga la bolletta del vicino favorevole

Tornare in alto Andare in basso
Madame Veronique
Bimba
Bimba
avatar

Toro Numero di messaggi : 49
Compleanno : 29.04.81
Età : 36
Località : Brescia
Data d'iscrizione : 28.05.11

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Lun 13 Giu 2011, 11:12

Non posso far altro che quotarti........
Siamo ancora molto indietro con le energie rinnovabili e per giunta non si può dire che esse siano al momento la fonte più salubre.
I pannelli solari oltre ad alterare il clima naturale possiede un costo di manodopera molto ma molto alto.Inoltre,esse hanno l'anima in silicio(altamente cancerogeno)e dev'essere sostituito ogni 15 anni quindi essi dove saranno smaltiti?Il referendum è andato per i sì per vari motivi che no stò quì ad elencare ma come al solito si pensa al passato senza mettere in conto che le centrali nuove avranno un'impatto ambientale e di sicurezza molto più all'avanguardia e avrebbe dato da lavorare a molte persone e famiglie.
Tornare in alto Andare in basso
http://risorsepaintshopro.blogspot.com
lauretta
Moderatrice
Moderatrice
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4898
Compleanno : 24.11.83
Età : 33
Località : Milano
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Lun 13 Giu 2011, 20:15

no no non sono così illusa gis
l'energia eolica è assurda quanto quella idrogena, serve più energia per produrre quella che ne viene fuori, è una perenne perdita.
quella solare funziona, ma non ci puoi strutturare il mondo.

no io sinceramente mi sono informata parecchio prima di votare a casaccio.
sono totalmente IGNORANTE in materia però pretendo di sapere per cosa voto, non volevo assolutamente dare un voto politico, come invece purtroppo per molti è accaduto, nè superficiale solo perchè è comunemente accettato "è giusto votare contro il nucleare sennò sei un fascista e non te ne frega nulla dell'ambiente"

per quanto riguarda il nucleare ad oggi si utilizza la fissione, ovvero la divisione atomica, per quello produce scorie che sono DANNOSISSIME per la terra e per noi e, soprattutto, NON SI SMALTISCONO MAI perchè chiunque abbia una vaga nozione di chimica sa bene che le radiazioni si dimezzano all'infinito senza mai cessare del tutto. chi ne sa più di chimica mi può confermare / smentire quello che sto scrivendo?

Le ricerche al momento stanno andando verso la FUSIONE degli atomi, che unendosi non rilascia scorie. il problema sembra essere solo trovare il contenitore adatto perchè le temperature sono elevate... in questo caso il pericolo certo, ci sarebbe comunque, ma quello è il problema minore, ce l'abbiamo anche adesso. l'energia però sarebbe pulita ed "ecologica" permettetemi il termine.

ancora meglio se riuscissero, come sembrava che fossero riusciti a fare tanti anni fa, (non so se poi era una bufala oppure se sono stati messi a tacere dalle lobby petrolifere) la questione della fusione a freddo, che risolverebbe anche i problemi legati al contenitore.

insomma, le ricerche si stanno muovendo in questo senso, io sono una totale ignorante in materia, ma il nucleare così come è adesso secondo me non puà e non deve essere la fonte di energia del futuro, è troppo devastante per il mondo, questa almeno è la mia opinione....

_________________
Luna, Keysersoze - ciao amori miei, non vi dimenticheremo mai
Tornare in alto Andare in basso
Susie
grande donna
grande donna
avatar

Capricorno Numero di messaggi : 3425
Compleanno : 12.01.73
Età : 44
Località : Udine
Data d'iscrizione : 31.03.08

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Lun 13 Giu 2011, 20:31

Io invece mi auguro che il Governo come in altri Stati dia molti fondi alla ricerca etc. perchè numerosi scienziati possano studiare e trovare altre fonti rinnovabili.....i pannelli fotovoltaici però non mi risultano cancerogeni, sarebbero stupidi a piazzarne in pieno centro a Udine e per di più in una scuola.

Poi forse io non sono una "futurista" ma il discorso fatto pure dal Papa mi piace...della serie stiamo rovinando il nostro territorio...e insomma qui in Friuli abbiamo un paesaggio stupendo e vai allora con la TAV ovvero un mega binario per la alta velocità espropriando pure i terreni agli agricoltori e alle fabbriche, bellissima da vedersi...e vai con la centrale nucleare poi a Monfalcone. Già mi bastano le orribili antenne che hanno piazzato in tutta la mia cittadina.

Poi per quanto riguarda "psicosi Chernobyl", non concordo. Venivano gli ingegneri in tutti gli orti e giardini delle case con quell'aggeggio e misurava radiazioni e dicevano di togliere tutto nell'orto e non consumare nulla, e quindi di conseguenza pure nei campi degli agricoltori..e ahimè il Friuli vive di agricoltura pure oltre che di pesca, industria e turismo. Su questo non ci piove, io l'ho vissuto in prima persona e penso se noi eravamo messi cosi, chissà come erano messi là e le prove ne sono penso i bambini che ogni anno vengono da Chernobyl in estate ancora per come dicono "respirare aria pulita", la città deserta e i bimbi nati con malformazioni. Non è una farsa dei mass media penso, se da noi qui la situazione era questa.

p.s. se accendete lavatrice e vari aggeggi dopo le 19 pagate poco...io pago sui 70, 80 euro di elettricità ogni due mesi, non mi sembra che sia un capitale.
Tornare in alto Andare in basso
http://lacascatamagica.forumattivo.com
Susie
grande donna
grande donna
avatar

Capricorno Numero di messaggi : 3425
Compleanno : 12.01.73
Età : 44
Località : Udine
Data d'iscrizione : 31.03.08

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Lun 13 Giu 2011, 20:47

Visto abbiamo anche citato Rubbia, il grande premio Nobel ecco ciò che ne pensa:

Rubbia: "Nucleare costa troppo
puntare su mix gas-geotermia"
Alla vigilia del referendum sull'atomo, parla il premio Nobel: "Guai a ignorare la lezione di Fukushima". Dal sottosuolo di Lazio, Toscana e Campania un potenziale pari a quattro impianti alimentati ad uranio
di ANTONIO CIANCIULLO

L'INTERVISTA
ROMA - "Fukushima ha rappresentato una grande sorpresa perché ha evidenziato uno scollamento tra le previsioni e i fatti. È stata una lezione ed è pericoloso non imparare dalle lezioni. Soprattutto per un paese come l'Italia che con il Giappone ha molti problemi in comune: non solo la sismicità ma anche gli tsunami prodotti da un terremoto, come l'onda gigante che ha distrutto Messina nel 1908. È ragionevole fare una centrale atomica in Sicilia?".

Carlo Rubbia, il Nobel che in Italia ha inventato il progetto pilota per il solare termodinamico, osserva il panorama energetico a tre mesi dall'inizio di un incidente nucleare che non si è ancora concluso.

Dopo Fukushima tutto il mondo s'interroga sul futuro del nucleare e paesi come la Germania e la Svizzera hanno deciso di uscire dal club dell'atomo. Il governo italiano invece vuole rientrare. Le sembra una buona scelta?
"Non si può rispondere con un sì o con un no. Bisogna esaminare i problemi partendo da una domanda fondamentale: quanti soldi ci vogliono e chi li mette. Si dice che una centrale nucleare costa 4-5 miliardi di euro. Ma senza calcolare gli oneri a monte e a valle, cioè le spese necessarie per l'arricchimento del combustibile e per la creazione di un deposito geologico per le scorie radioattive come quello che gli americani hanno cercato di fare, senza riuscirci ma spendendo 7 miliardi di dollari, a Yucca Mountain".

Insomma quanto costerebbe il piano italiano che punta ad arrivare al 25 per cento di elettricità dall'atomo?
"Per raggiungere un obiettivo del genere, e o si raggiunge un obiettivo del genere oppure è inutile cominciare perché si hanno solo i problemi senza i vantaggi, serviranno una ventina di centrali e quindi possiamo immaginare un costo diretto che si aggira sui 100 miliardi di euro. Il punto, come dicevo, è chi li mette sul tavolo".

In tutto il mondo i capitali privati tendono a tenersi lontani dal nucleare, li spaventa il rischio.
"Proprio così. Nei paesi che hanno scommesso sull'energia nucleare questa scelta è stata finanziata, in un modo o nell'altro, dallo Stato, spesso perché lo Stato era impegnato nella costruzione di bombe atomiche. Per questo le centrali francesi sono costate tre volte meno di quelle tedesche: buona parte degli investimenti strutturali erano a carico della force de frappe. Ora se in Italia ci sono - e sarebbe una novità - privati interessati a investire in questo settore, bene: si facciano avanti. Altrimenti bisogna dire con onestà che i soldi vanno presi dalle tasse".

La Germania ha deciso di chiudere le centrali nucleari perché considera più conveniente investire nelle fonti rinnovabili. Condivide il giudizio?
"Io ho parlato a lungo proprio con le persone che hanno preso questa decisione. È stato un passo importante perché il futuro è lì, ma bisogna tener presenti i tempi dell'operazione: le fonti rinnovabili per esprimere a pieno il loro potenziale, arrivando a sottrarre quote importanti ai combustibili fossili, hanno bisogno ancora di 10-15 anni. Quindi bisogna pensare a una transizione".

Per questo il centrodestra italiano parla di nucleare.
"Non diciamo sciocchezze, una centrale nucleare approvata oggi sarebbe pronta tra 10-15 anni, alla fine del periodo di transizione. Noi abbiamo bisogno di impianti con un basso impatto ambientale e tempi di costruzione rapidi. Penso a un mix in cui l'aumento di efficienza gioca un ruolo importante, sole e vento crescono e c'è spazio per due fonti che possono produrre subito a costi bassi".

Quali?
"Innanzitutto il gas, che è arrivato al 60 per cento di efficienza e produce una quantità di anidride carbonica due volte e mezza più bassa di quella del carbone: il chilowattora costa poco e le centrali si realizzano in tre anni. E poi c'è la geotermia che nel mondo già oggi dà un contributo pari a 5 centrali nucleari. L'Italia ha una potenzialità straordinaria nella zona compresa tra Toscana, Lazio e Campania, e la sfrutta in maniera molto parziale: si può fare di più a prezzi molto convenienti. Solo dal potenziale geotermico compreso in quest'area si può ottenere l'energia fornita dalle 4 centrali nucleari previste come primo step del piano nucleare. Subito e senza rischi".
(10 giugno 2011)

ecco la fonte: http://www.repubblica.it/ambiente/2011/06/10/news/rubbia_intervista_nucleare-17475151/
Tornare in alto Andare in basso
http://lacascatamagica.forumattivo.com
lauretta
Moderatrice
Moderatrice
avatar

Sagittario Numero di messaggi : 4898
Compleanno : 24.11.83
Età : 33
Località : Milano
Data d'iscrizione : 02.01.08

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Lun 13 Giu 2011, 21:33

Grazie susie è un articolo molto interessante e soprattutto motivato, su tutti i fronti.

_________________
Luna, Keysersoze - ciao amori miei, non vi dimenticheremo mai
Tornare in alto Andare in basso
ventodibrughiera
grande donna
grande donna
avatar

Bilancia Numero di messaggi : 4136
Compleanno : 30.09.56
Età : 60
Località : Piacenza
Data d'iscrizione : 03.01.08

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Mar 14 Giu 2011, 02:37

Susie ha scritto:
Io invece mi auguro che il Governo come in altri Stati dia molti fondi alla ricerca etc. perchè numerosi scienziati possano studiare e trovare altre fonti rinnovabili.....i pannelli fotovoltaici però non mi risultano cancerogeni, sarebbero stupidi a piazzarne in pieno centro a Udine e per di più in una scuola.

Poi forse io non sono una "futurista" ma il discorso fatto pure dal Papa mi piace...della serie stiamo rovinando il nostro territorio...e insomma qui in Friuli abbiamo un paesaggio stupendo e vai allora con la TAV ovvero un mega binario per la alta velocità espropriando pure i terreni agli agricoltori e alle fabbriche, bellissima da vedersi...e vai con la centrale nucleare poi a Monfalcone. Già mi bastano le orribili antenne che hanno piazzato in tutta la mia cittadina.

Poi per quanto riguarda "psicosi Chernobyl", non concordo. Venivano gli ingegneri in tutti gli orti e giardini delle case con quell'aggeggio e misurava radiazioni e dicevano di togliere tutto nell'orto e non consumare nulla, e quindi di conseguenza pure nei campi degli agricoltori..e ahimè il Friuli vive di agricoltura pure oltre che di pesca, industria e turismo. Su questo non ci piove, io l'ho vissuto in prima persona e penso se noi eravamo messi cosi, chissà come erano messi là e le prove ne sono penso i bambini che ogni anno vengono da Chernobyl in estate ancora per come dicono "respirare aria pulita", la città deserta e i bimbi nati con malformazioni. Non è una farsa dei mass media penso, se da noi qui la situazione era questa.

p.s. se accendete lavatrice e vari aggeggi dopo le 19 pagate poco...io pago sui 70, 80 euro di elettricità ogni due mesi, non mi sembra che sia un capitale.

io uso gli elettrodomestici solo dopo le 19 meglio di notte e sempre di sabato e dominica escluso il forno la sera ma la mia bolletta meno di 200 euro non è mai....
Tornare in alto Andare in basso
Susie
grande donna
grande donna
avatar

Capricorno Numero di messaggi : 3425
Compleanno : 12.01.73
Età : 44
Località : Udine
Data d'iscrizione : 31.03.08

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Mar 14 Giu 2011, 03:23

orpo..Gis....ma come mai cosi tanto? sei sicura ti funzioni bene il contatore?????
Tornare in alto Andare in basso
http://lacascatamagica.forumattivo.com
Madame Veronique
Bimba
Bimba
avatar

Toro Numero di messaggi : 49
Compleanno : 29.04.81
Età : 36
Località : Brescia
Data d'iscrizione : 28.05.11

MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   Mar 14 Giu 2011, 12:15

Anche io spendo quella cifra -.-''
Ps=Non ho detto che il fotovoltaico è cancerogeno...ma il cuore di esso sì.Il silicio ed il Cadmio,sono paragonabili all'amianto in fatto di tossicità e se essi,una volta esauriti,non vengono smaltiti come si deve(cosa che dubito considerando che in molte città ancor oggi non sanno cos'è la differenziata)vi saranno in futuro persone con tumori più o meno gravi.Insomma,sinceramente non sò qual'è il meno peggio tra il nucleare e le polveri sotili....
Tornare in alto Andare in basso
http://risorsepaintshopro.blogspot.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Nucleare si o no?   

Tornare in alto Andare in basso
 
Nucleare si o no?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» E' possibile che nelle prossime ore venga attaccata la Siria
» Desertec & solare vs nucleare
» Fusione nucleare a bassa energia: salvezza dell'Umanità o bufala?
» I piani di Putin per l'Europa

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LE DONNE DICONO :: DISCUTIAMO DI... :: Fatti di cronaca-
Andare verso: